Loghi Istituzionali Comune di Roma Ministeri per i Beni e le Attività Culturali Casa delle Letterature

PHILIPPE DJIAN

Author

Philippe Djian

Participates at:

08 JUNE FICTION - Life today: provocations and lies

Read: Incidenze - Unpublished

Of: Philippe Djian

BIOGRAPHY

Philippe Djian è nato a Parigi nel 1949. Suo padre era un algerino di origine ebraica, che a sedici anni, al momento dello scoppio della guerra d'Algeria, si era arruolato, sua madre era una cattolica conservatrice. Philippe è il maggiore di tre fratelli e negli anni della scuola legge molto, pratica molti sport, ascolta Leo Ferre che canta Baudelaire, Verlaine o Rimbaud. Conosce Jerome Equer che diventerà suo inseparabile amico. Più avanti un professore gli trasmetterà l'amore per la musica e la letteratura e scoprirà Celine, Faulkner. A sedici anni inizia insieme a Equer l'apprendistato al sesso, all'alcol e alle notti bianche passate con le ragazze e nel 1967 vanno 4 mesi in America. Inizia a fare piccoli lavori e non cede alle sirene politiche sessantottine, che sembrano non interessarlo. S'iscrive a una scuola di giornalismo senza mai frequentarla. Fa il magazziniere per la casa editrice Gallimard e viene introdotto alla lettura di nuovi scrittori. Alterna i lavori ai viaggi e insieme a Equer realizza dei reportage sulla Colombia che tenta di vendere ai giornali. Non riescono nell'impresa, ma Djian inizierà a pubblicare racconti per Detective sotto pseudonimo. Viene riformato per sordità all'orecchio destro e incontra a 25 anni la pittrice Année e la sposa. A 26 diventa padre di Loic. In molti non credono all'inizio nel suo talento, solo Christiane Barroche non ha mai dubbi. Le prime opere pubblicate all'inizio degli anni 80 non ottengono un buon successo commerciale. Il successo arriva con l'adattamento cinematografico di 37°2 le matin, che realizza il regista Beineix. Il successo del romanzo, subito tradotto in venti lingue è assoluto. Si trasferisce con la famiglia (ora ha anche una figlia) prima a Biarritz poi in America nel 1989. Scrive molto. Una piccola isola a largo di Boston è la nuova residenza. Nel 1991 è in Italia, a Firenze, dove scrive Sotos. Rientra in Francia e si rifiuta di passare dalla casa editrice di Barrault a Flammarion come vorrebbero obbligarlo, firma con Gallimard nonostante le grandi promesse di denaro. Nel 1994 torna in Francia e si stabilisce a Bordeaux. Dopo altri libri tra cui una trilogia Assassins, Criminels e Sainte Bob, si sposta prima a Losanna e poi di nuovo in Francia. Djian sfugge la monotonia traslocando continuamente - da Boston a Firenze, da Biarritz a Parigi. Oggi Djian è considerato l'erede francese della beat generation; ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali tra cui recentemente il premio Jean Freustiè 2009. Dalla fine del 2009 Voland ha iniziato la pubblicazione dei suoi romanzi. Il primo è stato Imperdonabili; seguiranno 37,2 le matin (giugno 2010), poi la trilogia Sainte-Bob, Assassins e Criminels, e l'ultimo Incidences.

BIBLIOGRAPHY

Imperdonabili, Voland, 2009
37°2 al mattino, Voland, giugno 2010

partners Mercedes-Benz Roma Zetema BNL Unicredit Banca di Roma Monte dei Paschi di Siena