Loghi Istituzionali Comune di Roma Ministeri per i Beni e le Attività Culturali Casa delle Letterature

MARIO PERNIOLA

Philosopher

Mario Perniola

Participates at:

10 JUNE PLEASURE - Life in abandonment: charms and desires

Read: Dal sogno del piacere al decalogo sul piacevole - Unpublished

Of: Mario Perniola

BIOGRAPHY

E' nato ad Asti il 20 maggio 1941. Si forma filosoficamente sotto la guida del filosofo Luigi Pareyson presso l'Università di Torino. Dal 1970 al 1983 insegna estetica nell'Università di Salerno e successivamente nell'Università degli studi di Roma Tor Vergata. È stato inoltre Visiting Professor in diverse università straniere, in Francia, Danimarca, Brasile, Canada, Giappone, negli U.S.A e in Australia. Ha ideato e diretto la rivista Agaragar (1971-1973), legata all'avanguardia artistica, soprattutto al situazionismo e a Guy Debord, col quale ha intrattenuto un lungo legame di amicizia e di confronto teorico. Ha inoltre diretto Clinamen (1988-1992), Estetica news (1988-1995) e, ultimamente, con l'intenzione di invitare l'estetica disciplinare ad aprirsi alla dimensione multiculturale, ha ideato il progetto di Ágalma. Rivista di studi culturali e di estetica che ha iniziato le pubblicazioni nel 2000 ed è ora pubblicata dall'editore Mimesis.
La sua ricerca si è via via focalizzata su molte questioni. Inizialmente centrata su i problemi della narrativa, la sua attenzione si è concentrata per un decennio sulla Contro-cultura e l'Anti-arte: l'alienazione sarebbe non un difetto, ma una condizione dell'esistenza della stessa categoria artistica. In questa fase Perniola scrive una storia del movimento situazionista e il primo libro dedicato allo scrittore francese Georges Bataille. Negli anni Ottanta il suo lavoro si inserisce nel Post-strutturalismo: attraverso un confronto tra Gramsci ed Heidegger, si interroga sulla crisi del rapporto tra filosofia ed organizzazione della cultura in Occidente. L'elaborazione delle nozioni di simulacro, di transito e di "rito senza mito", nonché la polemica con Vattimo sul "pensiero debole", appartengono a questa fase della sua attività. Successivamente elabora una filosofia del sentire e della sessualità che si può condensare nell'espressioni di "sex appeal dell'inorganico" e di "momento egizio della società", in stretta connessione col movimento Post-Human che si esprime nelle arti, nella musica, nel teatro e nel cinema. Una parte cospicua del suo lavoro è dedicato alla storia e alla teoria dell'estetica del Novecento: recentemente questa analisi si è estesa agli ultimi quarant'anni del pensiero estetico italiano, considerato in relazione con la storia e l'antropologia dell'Italia. Molto controversa è la sua interpretazione del Cattolicesimo inteso come una religione universale in cui sono messi in ombra gli aspetti dogmatici e morali. Infine Perniola non ha mai cessato di interrogarsi sui nuovi media cui attribuisce la caratteristica di enfatizzare il presente a scapito della conoscenza della storia e della scomparsa del futuro: questi procederebbero attraverso un succedersi di "miracoli e traumi" spettacolari, finalizzati a relegare l'umanità in una condizione di infantilismo e di banalizzazione.
Attualmente Mario Perniola è ordinario di Estetica all'Università degli studi di Roma Tor Vergata. Le sue opere sono tradotte in molte lingue straniere, anche orientali.

BIBLIOGRAPHY

Il metaromanzo, Silva, 1966
L'alienazione artistica, Mursia, 1971
Bataille e il negativo, Feltrinelli, 1977
Scritti su Georges Bataille, Ombre Corte, 1998
La società dei simulacri, Cappelli, 1980

Dopo Heidegger. Filosofia e organizzazione della cultura, Feltrinelli, 1982
Transiti. Come si va dallo stesso allo stesso, Cappelli, 1985, introduzione alla 2° edizione a cura dell'autore, 1989. Nuova edizione col titolo Transiti.
Filosofia e perversione, Castelvecchi, 1998
Presa diretta. Estetica e politica, Cluva, 1986
Enigmi. Il momento egizio nella società e nell'arte, Costa & Nolan, 1990
Del sentire, Einaudi, 1991, 2002
Più che sacro, più che profano, Mimesis, 1992
Il sex appeal dell'inorganico, Einaudi 1994
L'estetica del Novecento, Il Mulino, 1997
Disgusti. Nuove tendenze estetiche, Costa & Nolan, 1999
I situazionisti, Castelvecchi, 1998, 2005
L'arte e la sua ombra, Einaudi, 2000, 2004
Del sentire cattolico. La forma culturale di una religione universale, Il Mulino, 2001
Contro la comunicazione, Einaudi, 2004
Miracoli e traumi della comunicazione, Einaudi, 2009
Strategie del bello. Quarant'anni di estetica italiana (1968-2008), "Agalma" 2009, 18. Numero monografico: edizione a tiratura limitata.

partners Mercedes-Benz Roma Zetema BNL Unicredit Banca di Roma Monte dei Paschi di Siena